Albergo Etico è tra i promotori del mobility sharing di comunità

Albergo Etico è tra i promotori del mobility sharing di comunità

Siamo orgogliosi di annunciare che la rete di Albergo Etico è tra i promotori della nascita del mobility sharing di comunità. Si tratta di una sorta di evoluzione del tradizionale sharing, poiché offre un servizio di mobilità elettrica condivisa a piccole comunità, come aziende, strutture ricettive e residenziali. Questo progetto rientra pienamente nel nostro più ampio progetto di innovazione sociale e sostenibilità inclusiva, a favore di un impatto positivo sul territorio e di una ricaduta sulla comunità di riferimento.

Come cita il giornalista Stefano Panzeri in un articolo su La Stampa Tuttogreen: «Alla riapertura dopo l’emergenza coronavirus diventerà operativo anche il secondo aderente di GaiaGo (startup lombarda promotrice), l’Albergo Etico nel quartiere Flaminio di Roma. Una struttura in un’antica palazzina degli inizi ‘900 dove è in corso un progetto per formare le persone disabili al fine di recuperare l’autonomia e prepararli professionalmente secondo il motto ciascuno “metta a frutto il proprio talento”. Un approccio di turismo responsabile che ora guarda alla sostenibilità con l’adozione di una vettura elettrica (la stima è di 300 ore mensili di mobilità), e della relativa wallbox per la ricarica. Un’auto da mettere a disposizione dei clienti che desiderano visitare la Città Eterna in silenzio e zero emissioni. A divenire l’intento è di rendere disponibile il servizio anche alle realtà del quartiere con il quale condividono già collaborazioni, come l’edicolante, il fiorista o i fornitori di alimenti, per creare un ecosistema green di mobilità di quartiere». Queste le parole di Alex Toselli, presidente cooperativa Download Albergo etico, riguardo al futuro del progetto e alla ripresa dopo questo complesso momento di lockdown: «Ritengo che il modo di intendere la mobilità di Gaiago come un modo di impattare anche da un punto di vista sociale e ambientale, sia una priorità. A partire da Roma inizieremo un’avventura che estenderemo a tutti gli altri Alberghi etici». Queste invece le parole di Giorgio Meszely, Ceo e fondatore di Gaiago: «Ubi tu gaius ibi ego gaia, ovunque tu sia io ci sarò. Questo è il motto di Gaiago, che ha avuto l’onore di incrociare l’esperienza dell’Albergo etico con l’offerta di un nuovo modo di intendere la mobilità, dove inclusività territoriale, sviluppo delle realtà commerciali di quartiere e integrazione con la rigenerazione urbana, diventano il motore per una mobilità puntuale e gratuita. In questa avventura che stiamo percorrendo in Europa, Etico ci segue a Roma, con il suo modello di ritorno alla comunità che è da sempre al centro di Gaiago, un progetto che vuole attraverso la mobilità condivisa, sostenibile ed aggregata, offrire agli hotel di Etico un ulteriore contenuto come hub di innovazione culturale e sociale».

No Comments

Post A Comment