Shiatsu

# Benessere

Project Description

Che cos’è lo Shiatsu?

Tokujiro Namikoshi, il padre di questa tecnica di trattamento corporeo, affermava: “Lo shiatsu è l’abbraccio della mamma verso il bambino”.

Lo Shiatsu è una pratica manuale che, tramite precise modalità di pressione, agisce sul flusso energetico dell’essere umano; e’ rivolta sia a comprenderne i principi di funzionamento sia a favorirne la circolazione nel corpo. La pressione Shiatsu (dal giapponese Shi = dito e atsu = pressione) si effettua con il dito e precisamente con il pollice, nel quale si trova il maggior numero di recettori sensoriali della mano ed al quale corrisponde sulla corteccia cerebrale un’area maggiore non solo rispetto alle altre dita, ma anche a tutti gli altri elementi del fisico umano. E’ possibile però usare anche altre parti del corpo per effettuare la manipolazione: il palmo, quando la zona da trattare è più ampia e richiede un contatto più ampio e avvolgente; oppure il gomito, quando occorre utilizzare una stimolazione più forte per sbloccare un significativo accumulo di energia.

Ci sono ragazzi con sindrome di Down che praticano lo Shiatsu con ottimi risultati. Alcune caratteristiche di questa manipolazione sono che non necessita di sforzo muscolare, impiegando unicamente il peso del corpo di chi opera sempre perpendicolarmente rispetto alla zona o al punto che viene trattato e che è sostanzialmente una pratica statica, che deve essere eseguita con lentezza per permette di agire non solo sul corpo fisico ma anche sulla psiche del ricevente, contattando il suo livello energetico più profondo e quindi tutti gli aspetti della sua realtà.Proprio queste caratteristiche fanno si che anche persone con disabilità sensoriali o intellettive possano esprimere al meglio le proprie potenzialità: non è un caso che agli albori questa disciplina fosse praticata prevalentemente da persone non vedenti. Lo Shiatsu permette una relazione che va al di là di molte barriere, che siano fisiche o mentali. È un contatto da cuore a cuore, sviluppa la sensibilità e l’aiuto reciproco; valorizza le risorse vitali sia di chi pratica che di chi riceve, portando armonia.

L’Accademia Italiana Shiatsu Do promuove molti progetti di volontariato e di formazione professionale, in Italia come all’estero, presso carceri, case di riposo, centri diurni, ospedali psichiatrici…  il cuore non ha limiti, e in persone speciali come Martina è ancora più evidente! Martina sta frequentando la scuola per operatrice di Shiatsu a Gallarate (VA).